top of page

Nove consigli per organizzare il tuo tempo

Chi non si è mai crogiolato nella pigrizia? Chi non ha mai detto “posso farlo anche domani”?

Tutto questo si chiama “Procrastinazione”.

A ripeterlo continuamente si fa anche fatica: inversamente proporzionale alla facilità del compiere questa azione.

E’ normale, a volte può accadere, ma quest’azione ripetuta nel tempo diventa una cattiva abitudine. Procrastinare, come ogni cattiva abitudine, procura problemi e, questa nello specifico, ci conduce diretti al fallimento.


Non è un’esagerazione, bisogna essere onesti con noi stessi. Quante occasioni, treni, o che dir si voglia, abbiamo perso perché procrastiniamo!?


La soluzione esiste, anche se non ci sono scorciatoie. Il primo passo fondamentale è non confondere la procrastinazione con la pigrizia. Queste due si assomigliano, ma la prima ha ragioni ben più profonde che possono influire negativamente nella nostra vita.


Nove suggerimenti per organizzare il tuo tempo
Immaginare il tempo organizzato come una scrivania in ordine

Come smettere di procrastinare? Scopri i nostri suggerimenti per iniziare a lavorare con metodo e raggiungere i tuoi obiettivi.

Che cos’è la procrastinazione?

Una forma di incoerenza temporale, l'abitudine di ritardare o rimandare un lavoro distraendosi o facendo cose meno importanti.


La procrastinazione si costruisce su queste ragioni:

  • Mancanza di autocontrollo

  • Paura di fallire

  • Cattive abitudini

  • Perfezionismo

  • Sensazione che il lavoro non sia urgente

  • Paura di fronte a progetti complessi


Queste sono le motivazioni per cui non si riesce a smettere i procrastinare.

Tutto questo solitamente deriva dalla mancanza di chiarezza, anche nei propri obbiettivi. Le azioni che compi contribuiscono al raggiungimento degli obbiettivi: comprendere questo ti permette di raggiungere consapevolezza.


Nove suggerimenti per organizzare il tuo tempo

Come smettere di procrastinare? Ecco 9 suggerimenti per smettere di procrastinare.

1. Crea una “To do List

Creare una "To do list" con la possibilità di inserire una “X” (il check) per indicare che l’azione è stata completare. Vedere le spunte del “completato” crea soddisfazione e ci dà la giusta motivazione per continuare.

2. Pianifica il tuo lavoro per obbiettivi piccoli e a breve termine Pianificare il tuo lavoro per piccoli obbiettivi, divisi per azioni cronologiche e ordinate (A + B + C...), aiuta a raggiungerne uno più grande. Ecco un esempio. Voglio creare una nuova collezione. Quali sono le azioni da definire per raggiungerlo? A + B + C = OBIETTIVO Mettiamo tutte le azioni in ordine cronologico e completiamole una dietro l’altra (anche a step). Il problema principale è che solitamente le persone tendono ad avere una “To Do List” come questa; Z + A + E + L + B Così si rischia di non avere uno scopo ben definito e quindi procrastinare. Leggi tutto l’articolo per scaricare il nostro form di “To Do List”.

3. Definisci le tue priorità Le scadenza cambiano, insorgono imprevisti,… ma se riesci a definire le tue priorità e i tuoi obbiettivi, si può aver un buon metodo per non procrastinare. Dividere azioni in ottica delle tue priorità, ti permette di essere più flessibile e di lavorare su più progetti insieme, portando avanti più azioni a step.

4. Ricorda che gli obbiettivi sono più importanti della perfezione Molto spesso i procrastinatori cronici sono perfezionisti, tutto si risolve con la chiarezza. Dai priorità all’impatto, cerca di avere un’idea chiara dell’impatto del tuo lavoro, analizza ogni obiettivo in base al risultato da raggiungere. L’azione che hai compiuto ti aiuta a raggiungere l’obbiettivo? Molto spesso terminare le cose è meglio che aspettare per renderle perfette, considerando che la perfezione non esiste e ogni scusa sarà buona per rallentarti

5. Suddividi le attività più grandi in attività più piccole

Suddividere le attività più grandi in attività più piccole (da completare) ti aiuterà ad essere più efficace e portare avanti più attività nello stesso momento, riuscendo a mantenere alta la motivazione. 6. Definisci le scadenze delle tue attività

Registra la data entro cui un'attività deve essere completate e assicurata che ognuna ne abbia una. Fondamentale avere una scadenza per ogni attività per riuscire a non lasciare nulla indietro ed essere motivati.

7. Organizza il tuo tempo in blocchi di attività giornaliere e impara a prenderti una pausa

Es. 1h di lavoro, 10 min di pausa 8. Segna tutte le attività da svolgere

Anche per cose semplici, è utile fare un elenco di tutte le attività da svolgere. Conosci il metodo “Detto Fatto”? Quali sono le tue attività? Una volta chiarito quali sono, potrai: organizzarle, assegnare delle priorità, svolgerle (più) facilmente. 9. Adotta l’atteggiamento giusto e inizia a seguire i nostri consigli, ma datti tempo Ogni cosa al giusto tempo (“ Era una frase famosa o un proverbio!? ” ndr.) Smettere di procrastinare non è immediato. Inizia a fare chiarezza e raggiungi i tuoi obiettivi un passo alla volta. C’è chi usa un applicazione, chi le note del telefono, chi semplici fogli… Ognuno ha il metodo giusto per sé. Noi, ad esempio, non possiamo fare a meno della carta. E il nostro form, lo stampiamo sempre (tranquilli, usiamo fogli di brutta).

  • Clicca e scarica il nostro form

To do List, Daily e Monthly, Fashioning
.pdf
Download PDF • 51KB

Questo vuole essere un punto di partenza, modificala e usalo in base alle tue esigenze e i tuoi criteri.

Comments


bottom of page