Pitti Uomo 101: la moda uomo dell'inverno 2022/23

Oggi 11 gennaio 2022, parte la nuova edizione di Pitti Uomo: torna fortemente la voglia di riprendere la partita dell’eleganza.


Come sarà l’uomo nuovo dell’inverno 2022-2023? Come si vorrà vestire in questi tempi duri di pandemia?


Alle ore 11 verrà ufficialmente inaugurata la kermesse con una cerimonia su invito.

L'Edizione numero 101 vedrà 553 brand al maschile (dei 600 attesi) suddivisi in varie aree tematiche che terranno banco fino al 13 gennaio insieme a 150 brand per Pitti Bimbo, edizione numero 94, che si svolge in contemporanea, e sempre alla Fortezza.


Sono previsti numerosi talks e presentazioni alla Fortezza da Basso e nei luoghi iconici di Firenze, per un’edizione all’insegna della creatività e della sicurezza.


Pitti Uomo 101: 11/13 gennaio a Fortezza da Basso

La nuova edizione si svolgerà con nuove regole e restrizioni. Dopo la rinuncia di Brunello Cucinelli, anche Ann Demelemeester, stilista del brand omonimo, ha annullato il suo evento. Le nuove normative anti-covid riducono l'afflusso di buyers dal mondo: assenti quelli di Cina, Giappone e Corea. Cancellati gli eventi che prevedevano coktail e buffet.

In settimana si è ritirato Giorgio Armani dalle sfilate di Milano Moda Uomo e subito dopo anche Brunello Cucinelli ha rinunciato.

Claudio Maranzi, presidente di Pitti Immagine (e fondatore di Herno) ha dichiarato che hanno preso tutte le misure necessarie affinché la kermesse potesse svolgersi per dare un segnale di tenuta, considerando l'effettiva, seppure lenta, ripresa della moda maschile italiana (che conta un +11,9% del fatturato nel 2021).


Foto d'archivio, Pitti Edizione 100


Eccellenza italiana e passione per l'alta artigianalità sono nel Dna di questa bellissima manifestazione

Sono presenti in eterogenea selezione brand autorevoli che, partendo dai codici del classico maschile, ricercano dettagli e accostamenti inediti, sperimentando un continuo aggiornamento di temi.

Dai capispalla tecnici ai pantaloni sartoriali, dagli accessori distintivi al luxury knitwear, queste collezioni si rivolgono all'uomo attuale dandy ed anche businessman che non disegna la tradizione pur continuando a desiderare un guardaroba originale.

Il Piano Attico del palazzo, tra design e arredamento, è dedicato al progetto Futuro Maschile, da sempre tra le sezioni più seguite di Pitti Uomo e nuovo progetto di punta dell'edizione di gennaio all'interno della macroarea Fantastic Classic.

Una community di 90 brand al piano attico, studiato nei minimi dettagli da Alessandro Moradei: un viaggio attraverso gli stili del contemporary menswear più evoluto, da un'eleganza che guarda oltre il formale.

Un futuro che racconta l'attitudine disinvolta di un menswear consapevole e declinato al mix & match tra classico e sportswear.


Presente anche il Polimoda con un'installazione di Domenico Orefice e degli studenti del corso Fashion Art Direction. L'allestimento unisce lo storytelling digitale alla capsule collection di Orefice, frutto dell'ispirazione agli sport estremi mixati sapientemente all'alta sartoria italiana.